venerdì 31 maggio 2013

Villa “Moltisanti”, a suo tempo chiamata “"u palazzieddu"” fu costruita verso la fine del 1800 e gli inizi del 1900, su disegno dell’ingegnere Migliorisi, allora sindaco di Ragusa. La villa comprendeva undici stanze riservate ai proprietari, e due a disposizione per il personale di servizio. Durante la seconda guerra mondiale, la villa fu occupata dai tedeschi, i quali la utilizzarono come magazzino per armi, alimenti e come luogo di rifugio. Alla fine della guerra fu piazzata un bomba collegata alla porta d'ingresso. Un contadino, ignaro di ciò, entrò per rubare i generi alimentari lasciati dai tedeschi. L’'interno della villa fu distrutto dallo scoppio della bomba e dall'incendio.



via Instagram http://instagram.com/p/Z-xZlGgzCk/